Lavatrice a vapore: migliori del 2019, guida, prezzi, recensioni, opinioni

Oggi le lavatrici a vapore sono entrate a pieno titolo tra i prodotti must have per l’igiene dei capi e del bucato. Il vapore è in grado di preservare i capi e d’igienizzare a fondo, rimuovendo macchie e sporco residuo. Vediamo quali sono i modelli più richiesti per quanto riguarda gli elettrodomestici di questo tipo e quali considerazioni fare prima di acquistarne uno.

Le caratteristiche delle lavatrici a vapore

Le lavatrici a vapore si differenziano completamente dalle comuni lavatrici e, per l’appunto, utilizzano grandi quantità di vapore per il lavaggio dei capi: esso viene indotto direttamente nel cestello e pulisce in profondità i capi, lasciandoli morbidi e igienizzati. La tecnologia a vapore nelle moderne lavatrici è diventata sempre più evoluta e sofisticata e, a seconda del programma utilizzato, sarà possibile controllare adeguatamente l’erogazione dell’acqua vaporizzata all’interno del cestello e la sua temperatura.

Oggi anche le comuni lavatrici presenti in commercio offrono la possibilità di utilizzare il vapore nella fase di prelavaggio o di fine lavaggio: esso consente di sciogliere lo sporco più ostinato anche dai capi delicati, facendo in modo che non subiscano scoloramento per via di grandi quantità di acqua e allo stesso tempo mantenendo sane e pulite le fibre.

Di solito il costo per una lavatrice a vapore è abbastanza simile a quello di un comune modello classico: si parte dai 300 euro fino ad arrivare ad oltre i 1000 per i modelli più evoluti e sofisticati. Per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze quindi, oltre a stabilire il prezzo, bisognerà valutare anche consumi, capacità e programmi presenti nella lavatrice da voi selezionata.

Pro e contro

Le lavatrici a vapore oggi sono considerate un must have da moltissimi consumatori, e sono ritenute prodotti ottimi e a un buon rapporto qualità prezzo. Tra i loro principali vantaggi troviamo:

  • Il vapore consente di sciogliere anche lo sporco più ostinato risparmiando acqua, sapone e soprattutto preservando il colore e la morbidezza dei capi.
  • Rispetto al lavaggio tradizionale, i consumi di una lavatrice a vapore sono inferiori ed essa consente di riscaldare solo piccole quantità d’acqua alla volta (diversamente dalle lavatrici classiche, in cui bisognerà impostare la temperatura per ciascun tipo di lavaggio).
  • Il vapore è utile per prevenire la proliferazione di batteri, e infatti molti dei modelli classici consentono comunque di utilizzare il vapore nella parte finale del lavaggio.
  • Il vapore scalda e distende le fibre, rendendo i capi più morbidi e facili da stirare.
  • Oggi la tecnologia si è evoluta moltissimo nel campo degli elettrodomestici: queste lavatrici sono silenziosissime e dotate di comandi touch. Alcuni modelli consentono di controllare alcune impostazioni direttamente dal proprio smartphone.
  • Il design è altamente intuitivo esattamente come per moltissime lavatrici di nuova generazione, per questo sarà comunque semplice imparare ad utilizzare nel migliore dei modi l’elettrodomestico anche grazie al manuale d’uso e consumo.

Tutto questo, come abbiamo visto, con il vantaggio in più che queste lavatrici non hanno poi un costo molto dissimile da quello dei modelli classici, e per questo motivo possono risultare comunque come una soluzione estremamente conveniente sia per costo che per performance.

Allora perché non preferirle ai modelli comuni?

Non ci sono reali motivi per cui non preferire questi modelli alle classiche lavatrici più conosciute, ma molto dipende da una mera preferenza soggettiva rispetto a un prodotto piuttosto che un altro. Inoltre, non essendo particolarmente diffuse, molti consumatori non le hanno mai provate e in generale c’è una tendenza a diffidare da un prodotto così innovativo rispetto a quelli più conosciuti. Due lati negativi di questo genere di elettrodomestici sono i seguenti:

  • Alcuni modelli a lavaggio ultimato scaricano il vapore in uno scompartimento interno che, dopo alcuni lavaggi, andrà svuotato.
  • Alcuni consumatori ritengono che le lavatrici di questo tipo non andrebbero tenute in casa perché creerebbero umidità, ma non ci sono conferme in merito.

Come abbiamo visto il prezzo tra i modelli classici e quelli a vapore è praticamente equivalente, inoltre molti consumatori sono rimasti soddisfatti sia dall’efficacia di pulizia di questo genere di macchine sia dal fatto che il bucato all’interno del cestello sarebbe sottoposto a minore stress, e che quindi risulterebbero più facile anche da stirare.

Marche: tra quali scegliere

Oggi moltissime delle marche più note nella produzione di elettrodomestici hanno realizzato dei modelli di lavatrici a vapore. LG, Bosch, Samsung e Whirlpool sono solo alcune di esse e sicuramente, scegliendo un prodotto di una di queste, potremo assicurarci un prodotto di buona qualità e performante. Oltre ad essere sinonimo di garanzia e sicurezza, le marche conosciute mettono a disposizione dei consumatori anche un servizio di assistenza clienti. Senza contare che, in caso di guasto, sarà più semplice recuperare eventuali pezzi sostitutivi o contattare il centro assistenza per risolvere il problema. Il prezzo per i prodotti di questi brand è comunque simile a quello delle lavatrici tradizionali.

Potere igienizzante

Una delle principali caratteristiche lodate nelle lavatrici a tecnologia a vapore è che sono state studiate per proteggere i capi e il cestello dalla presenza di batteri e allergeni. Sul manuale tecnico di ciascun prodotto così come sui principali siti delle case produttrici, è possibile leggere alcune delle ricerche che sono state svolte su questo tipo di tecnologia. Qualora non si fosse certi di voler acquistare una lavatrice a vapore senza averla prima provata è possibile acquistare uno dei moderni modelli che comprendano sia il lavaggio tradizionale che quello a vapore: in questo modo potremmo avere un primo riscontro sulla tecnologia a vapore e sulle sue reali performance.

Risparmio energetico

Altro lato da valutare prima dell’acquisto è quello sul risparmio energetico: sembra infatti che questi modelli di lavatrice consentano di risparmiare fino al 20% di energia con un lavaggio classico rispetto alle lavatrici tradizionali. Si tratta di un bel risparmio se si pensa che comunque una lavatrice da utilizzare in casa in genere, se mantenuta al meglio, può durare anche per moltissimi anni. Il risparmio inoltre sarebbe anche dovuto all’efficacia di questi elettrodomestici, che consentirebbero di ottenere capi perfettamente puliti e igienizzati senza il bisogno di prelavaggi o di lavaggi aggiuntivi.

Back to top
Lavatrice Migliore